2.7.15

Grecia, caos totale. Tsipras tira dritto: il referendum si farà

Tsipras vuole fare concessioni ai creditori e stringere un accordo per sbloccare nuovi aiuti sulla base delle proposte fatte lo scroso weekend. Allo stesso tempo tira dritto sul referendum sull'austerità, annunciando che si terrà come previsto il prossimo 5 luglio. 

Atene - (WSI) - Il governo greco di Atene dovrà fare cercare di rientrare nel quadro delle normative europee. Il Consiglio d'Europa ha infatti dichiarato che il voto popolare indetto per domenica non rispetta gli standard. Sono tre le condizioni che non sono state rispettate, secondo il consiglio. Innanzitutto "gli elettori devono conoscere le domande di un referendum con due settimane di anticipo" rispetto alla votazione "e non è questo il caso", ha spiegato . Inoltre, dato lo scarso preavviso non c'e' la possibilita' di organizzare l'invio di osservatori internazionali, ... (continua)
2.7.15

Papa: sono vicino al popolo greco, si salvi la sua dignità

Prima la dignità delle persone, poi il resto.  

Radio Vaticana - Papa Francesco interviene nel febbrile negoziato in corso tra la Grecia e l’Unione Europea, teso a evitare il “default” del Paese ellenico, per esprimere solidarietà alla gente e ricordare l’ordine delle priorità. “Le notizie provenienti dalla Grecia – afferma in una dichiarazione il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi – preoccupano per la situazione economica e sociale del Paese. Il Santo Padre desidera far sentire la propria vicinanza a tutto il popolo ellenico, con speciale pensiero alle tante famiglie gravemente provate da una crisi umana e sociale, tanto complessa e sofferta”... (continua)
1.7.15

Grecia vuole escludere l'Fmi. Nell'euro anche se vince il no

Ue prova a strappare accordo dell'ultima ora. Atene rilancia con ricorso a fondo salva Stati e ristrutturazione debito. Varoufakis: "Faremo default oggi".

Atene (WSI) - L'Europa ci riprova, ma a tempo ormai scaduto. La Grecia ci spera ancora, ma la Germania per il momento le chiude la porta in faccia. Lo psicodramma del debito ellenico non è ancora finito, anche se i mercati non vedono l'ora che qualcuno chiuda definitivamente il sipario. L'Ue ha offerto un piano simile a quello proposto domenica scorsa. Atene, spinta ad agire prima che sia tardi da Bruxelles, ha proposto un piano di due anni che escluda la partecipazione dell'Fmi e faccia affidamento sulle risorse del fondo salva stati ESM per coprire i buchi finanziari... (continua)
1.7.15

Dal 23 giugno il Quirinale aperto tutti i giorni alle visite

Quirinale a porte aperte. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha annunciato oggi l’apertura del palazzo del Quirinale alle visite, a partire dal 23 di giugno. 

"Sarà per tutti noi che in qualche modo partecipiamo a quest'impegno una soddisfazione vedere tanti nostri concittadini e tanti turisti stranieri venire qui nel nostro Palazzo. Sarete con loro il volto del Quirinale, quindi sarete davvero i padroni di casa in questa attività". Così il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontrando al Quirinale i volontari assistenti alle visite per l'apertura al pubblico del Palazzo. "E' un modo di rendere questo Palazzo - ha aggiunto il Presidente - ancora più concretamente la casa di tutti nel nostro Paese... (continua)
1.7.15

Egitto: alta tensione, attivista “la repressione ci soffoca in silenzio”

Nel giorno del secondo anniversario dalla caduta di Mohammed Morsi per mano dei militari, attivisti laici, oppositori democratici ed esponenti della società civile egiziana hanno poco da festeggiare. Il presidente Abdel Fattah al Sissi ha annunciato un giro di vite e emendamenti alle leggi attuali che – a suo avviso – impediscono ai magistrati di estirpare il terrorismo “alla radice”.

Misna - L’annuncio è stato diramato nel corso dei funerali dell’ex procuratore generale Hisham Barakat, ucciso ieri in un attentato al Cairo: un colpo al cuore delle istituzioni egiziane e della magistratura in particolare, protagonista negli ultimi mesi di una serie di condanne di massa ai danni dei leader dei movimenti islamisti e considerata da questi ultimi il ‘braccio esecutivo’ del governo... (continua)
1.7.15

Francesco: ebrei e cristiani sono "amici e fratelli"

La Dichiarazione conciliare “Nostra aetate” 50 anni fa contribuì in modo decisivo a inaugurare una stagione di “amicizia e comprensione reciproca” nel dialogo tra cattolici ed ebrei.

Radio Vaticana - Lo ha ribadito Papa Francesco nel ricevere in udienza una folta delegazione dell’International Council of Christian and Jews”, una federazione di associazioni impegnate a favorire i rapporti tra le due comunità. Il servizio di Alessandro De Carolis: Se oggi ci possiamo dire “amici e fratelli”, "e non più estranei" è perché ha prevalso quella volontà di dialogo che ha trovato sponda nel Vaticano II. Nella Sala Clementina siedono ad ascoltare Papa Francesco 250 membri del cartello di sigle impegnate nel dialogo ebraico-cristiano nel mondo e radunate all’interno dell’International Council of Christian and Jews... (continua)
30.6.15

Primi arresti in Tunisia. Timori per la fuga di turisti

Primi arresti in Tunisia per la strage di Sousse di venerdì scorso, mentre è destinato a salire il bilancio delle vittime britanniche e l’Ageria dispiega uomini al confine. Gli aggiornamenti nel servizio di Elvira Ragosta:



Radio Vaticana - Il ministro dell’Interno tunisino, Gharsalli, parla di un numero “rilevante” di arresti- sette, secondo fonti vicine alle indagini- di appartenenti a una cellula terroristica legata a Seifeddine Rezgui, l’autore della strage di Sousse di venerdì scorso. Al vaglio degli inquirenti anche l’ipotesi secondo cui il 23enne autore del massacro a marzo sia entrato in Libia, da solo e senza passaporto, per trascorrere 3 mesi in un campo di addestramento del sedicente stato islamico... (continua)
30.6.15

Ruanda: il ritorno dei leoni

Dopo più di vent’anni, i leoni sono tornati questo lunedì in Ruanda.  

Misna - Sono sette – due maschi e cinque femmine. Sono stati trasportati dal Sud Africa in aereo dopo un viaggio di 36 ore I leoni saranno rilasciati nel parco nazionale di Akagera, un parco di 112.000 ettari che si trova nella parte nordorientale del paese, al confine con la Tanzania. I leoni furono abbattuti durante il genocidio del 1994. Rifugiati in fuga e sfollati occuparono parte del parco. I leoni furono uccisi perché la gente voleva proteggere il loro bestiame... (continua)
30.6.15

Grecia, chiuse Borsa e banche. I pensionati svengono

In fila per assegni, ma è inutile. Scene di panico e "mentalità da saccheggio". Tsipras chiede proroga aiuti. Juncker sul referendum: "Non suicidatevi per paura della morte". COSA SUCCEDE IN CASO DI DEFAULT?  

Atene (WSI) - Saranno i cittadini greci a decidere il loro destino, non il loro governo in un referendum che secondo le autorità europee sarà una scelta tra l'euro e la dracma. Allo stesso tempo, ai cittadini greci viene già impedito di prelevare i soldi che vogliono dalle banche. Dopo aver annunciato che il voto popolare si terrà il 5 luglio, il premier greco Alexis Tsipras ha reso noto che da oggi la Borsa di Atene e le banche rimaranno chiuse... (continua)
30.6.15

Papa: Chiesa è di Cristo, nessun Erode ne spegnerà la fede

La certezza è che nessun Erode, tra i tanti che la “affliggono”, “annienterà mai la Chiesa”.

Radio Vaticana - Ai cristiani, e prima di tutto ai loro pastori, è chiesta una “testimonianza convincente” della loro fede, attraverso la vita e la preghiera. Lo ha affermato Papa Francesco durante l’omelia della Messa solenne dei Santi Pietro e Paolo, durante la quale ha benedetto il pallio consegnato ai nuovi arcivescovi metropoliti. Come da tradizione, alla celebrazione ha partecipato una delegazione del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, salutata con affetto dal Papa. Il servizio di Alessandro De Carolis:

... (continua)
29.6.15

Terrorismo, Salvini: difendere i confini

Duro attacco del leader della Lega Nord contro il premier Renzi e il ministro dell'Interno, Alfano.

"Renzi e Alfano sono pericolosi, non vorrei che domani anche l'Italia si svegliasse con un minuto di silenzio perché un delinquente ha fatto un attentato. Mattarella dica loro ciò che devono fare" per fronteggiare l'emergenza terrorismo. Così il leader della Lega, Salvini, ai microfoni di Rainews 24. "Nessuno vuole lo scontro ma in Libia bisogna andare a sradicare i terroristi - prosegue - il dialogo non serve, Alfano deve difendere i nostri confini". Renzi? "Sarà vittima della sua arroganza,si schianterà"... (continua)
29.6.15

Nasa: razzo esplode dopo decollo verso Iss

Lo ha reso noto la Nasa, che poco prima aveva diffuso le immagini del razzo che decollava dalla base. 

Il razzo Falcon9, che doveva portare la capsula senza pilota Dragon verso la Stazione spaziale internazionale per la missione di rifornimento, si è disintegrato due minuti dopo il decollo dalla base di Cape Canaveral, in Florida. Lo ha reso noto la Nasa, che poco prima aveva diffuso le immagini del razzo che decollava dalla base. Tanto il Falcon9 che la capsula Dragon sono proprietà della società privata americana SpaceX, che lavora per la Nasa... (continua)
29.6.15

Grecia, borsa e banche rimarranno chiuse per sei giorni

Crac finanziario in atto. Panico tra i greci, le autorità impediscono corsa sportelli. Tetto massimo per ritirare dai bancomat: 60 euro. Futures Usa cedono già -1,5%. 

Atene (WSI) - Saranno i cittadini greci a decidere il loro destino, non il loro governo. Allo stesso tempo, ai cittadini greci verrà impedito di prelevare i soldi che vogliono dalle banche. Dopo aver annunciato il referendum per il prossimo 5 luglio, il premier greco Alexis Tsipras ha reso noto che nella giornata di oggi la Borsa di Atene e le banche rimaranno chiuse. Ma la chiusura potrebbe durare fino al giorno del referendum, dunque per l'intera settimana, dal momento che questa è stata la raccomandazione del Consiglio greco per la stabilità finanziaria. Non solo: il Consiglio ha anche raccomandato una soglia massima per i prelievi giornalieri: ... (continua)
29.6.15

Tunisia, Bbc: trenta i morti britannici

Sono inglesi la maggior parte delle vittime dell'attentato terroristico in Tunisia 

I britannici morti in Tunisia nell'attacco terroristico di venerdì sarebbero almeno 30: lo ha rivelato la Bbc, citando imprecisate fonti tunisine. Ormai è da 24 ore che il Foreign Office da Londra non dà aggiornamenti sul numero delle vittime provenienti dal Regno Unito, finora fermo a 15. Secondo la tv pubblica britannica, la conta dei morti è destinata inevitabilmente a salire. La strage di Sousse si conferma la peggiore tragedia di stampo terroristico per la Gran Bretag... (continua)
29.6.15

Terrorismo. Il premier Valls: sarà lotta lunga e implacabile

La Tunisia rafforza le misure anti terrorismo mentre i turisti continuano a lasciare il Paese. In Europa e Stati Uniti è massima allerta per nuovi possibili attacchi. Il servizio di Marco Guerra: 


Radio Vaticana - “Viviamo sotto una minaccia terroristica considerevole, la domanda non è se ci sarà un altro attacco, ma quando questo avverrà”. L’animo di una comunità internazionale ancora scossa per gli attacchi di venerdì in Tunisia, Kuwait e Francia è ben rappresentato dalle parole del premier francese, Manuel Valls, secondo il quale bisogna imparare a convivere con il terrorismo, contro cui ci sarà “una lotta implacabile ma anche lunga”. Intanto ha iniziato a parlare con gli investigatori francesi Yassin Salhi, l'uomo fermato dopo l'attacco all'impianto di gas nell'Isère... (continua)
28.6.15

Festival Francescano, sorella terra: il primo grande evento pubblico sui temi della nuova enciclica

Si terrà a Bologna dal 25 al 27 settembre con più di 100 iniziative. 

È atteso come il primo grande evento pubblico sui temi della nuova enciclica di Papa Francesco sull'ecologia. Si tratta del Festival Francescano, che si terrà a Bologna, in piazza Maggiore, dal 25 al 27 settembre 2015. Il programma prevede più di cento iniziative gratuite tra conferenze, workshop, incontri con l'autore, attività per bambini, spettacoli, momenti dedicati alla spiritualità. Il programma completo su: www.festivalfrancescano.it. Di quella terra che è soprattutto sorella, perchè con essa condividiamo l'esistenza e della quale dobbiamo prenderci cura... (continua)
28.6.15

“Nuova” sigla jihadista minaccia i cristiani di Gerusalemme

Alcuni volantini contenenti minacce ai cristiani di Gerusalemme e firmati da un'organizzazione finora sconosciuta che si definisce “Stato Islamico in Palestina” - con la palese intenzione di evidenziare la propria affiliazione o contiguità allo Stato Islamico – sono stati rinvenuti nella serata di giovedì 25 giugno in alcuni quartieri arabi della parte orientale della Città Santa. 

Gerusalemme (Agenzia Fides) – Secondo quanto riportato dai media israeliani, nei volantini – su cui compare anche i logo dello Stato Islamico - i cristiani di Gerusalemme vengono minacciati di morte se non lasceranno la città prima del 18 luglio, giorno in cui cade quest'anno la festa dell'Eid al Fitr, a chiusura del mese santo del Ramadan. Nel messaggio – che contiene minacce anche contro il Presidente dell'Autorità palestinese Mahmud Abbas – i cristiani vengono definiti “agenti d'Israele”... (continua)
28.6.15

Il dolore del Papa per gli attacchi in Tunisia, Francia e Kuwait

Dolore per gli attentati di ieri in Tunisia, in Francia e in Kuwait, è stato espresso in tre diversi telegrammi del Papa a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin.  

Radio Vaticana - Francesco, nei messaggi ai nunzi apostolici, condanna nuovamente la violenza che genera tanta sofferenza e chiede al Signore di fare dono della pace, invocando la benedizione divina sulle famiglie delle vittime, così come sui francesi e sui tunisini. Il Papa chiede quindi al Signore di confortare e consolare i colpiti in questa prova così difficile, affidando alla misericordia di Dio coloro che hanno perso la vita... (continua)
27.6.15

Calcio, barriere più alte all'Olimpico e capienza delle curve ridotta

È quanto disposto del Prefetto di Roma per dare l'ok all'utilizzo dell'impianto la prossima stagione 

Nel campionato 2015-16 l'utilizzo dello stadio Olimpico di Roma sarà consentito a condizione che siano innalzate le barriere che separano il settore distinti dalle curve e che sia ridotta la capienza delle due curve. Sono le prescrizioni previste dal prefetto capitolino Gabrielli su concorde parere del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Una necessità "emersa in seguito ad alcune criticità verificatesi in occasione delle partite" spiega una nota della prefettura. ... (continua)
27.6.15

Tunisia: attentato sulla spiaggia. 28 le vittime. Strage in Kuwait

Nuova strage in Tunisia, ancora una volta fra i turisti. Uomini armati hanno attaccato la spiaggia di due resort, a Sousse, nel golfo di Hammamet. Il bilancio parla di almeno 28 vittime. Il presidente Essebsi lancia l’appello: la Tunisia non può farcela da sola, serve una strategia globale contro il terrorismo. I particolari da Paola Simonetti:


Radio Vaticana - Arrivati dal mare, a bordo di un gommone, due, forse cinque terroristi hanno seminato terrore e morte sulla spiaggia di due resort a Sousse, nel golfo di Hammamet, in Tunisia. I terroristi muniti di granate e kalashnikov, secondo testimoni, hanno sparato all’impazzata prendendo di mira i turisti presenti, uccidendo almeno 28 persone e ferendone altre 36... (continua)
26.6.15

Cina, cresce l’allarme per l’inquinamento idrico

Da decenni le autorità cinesi cercano di tenere sotto controllo e abbattere una delle emergenze del paese, responsabile dell’avvelenamento a vario livello di decine di milioni di abitanti. 

Misna - Come indicato da fonti del Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie in un approfondito servizio pubblicato sulla rivista di studi Oriental Outlook, connessa all’agenzia d’informazione governativa Xinhua, elementi inquinanti rendono pericolosa per la salute umana l’acqua potabile. Tra i dati di maggior rilievo, i livelli elevati di fluoro presenti in 1000 contee su 1464 del paese. Risultato – anche se i dati più recenti risalgono a fine 2013 – sono patologie pericolose e spesso invalidanti come la fluorosi scheletrica colpiscono almeno 21 milioni di cinesi... (continua)
25.6.15

L'azzardo del Patriarca caldeo: rifondiamo la «Chiesa d'Oriente»

Louis Raphael propone di azzerare i vertici delle 3 comunità ecclesiali che discendono da quell’antica istituzione, per tornare alla comunione e affrontare insieme le urgenze. 

di Gianni Valente  

Vatican Insider - Ha usato toni di basso profilo. Ma la proposta lanciata dal Patriarca Louis Raphael, Primate della Chiesa caldea, è comunque spiazzante e fragorosa: azzerare i tre Patriarcati che adesso si richiamano all’eredità dell’antica Chiesa d’Oriente – la prima che portò il cristianesimo in Persia, in India e fino alla lontana Cina - e ricomporre l’unità piena delle tre comunità ecclesiali sotto la guida di un unico Patriarca... (continua)
25.6.15

Nulla di fatto per ora a Bruxelles su Grecia e immigrazione

I 28 leader dei paesi membri dell’Unione europea sono a Bruxelles per cercare difficili accordi su due questioni spinose, quella della Grecia e quella dell’immigrazione. E mentre una decisione sul destino di Atene sembra definitivamente rinviato a sabato, sul fronte dell’immigrazione le discussioni cominciano partendo da posizioni lontane. Il servizio di Samantha Agrò: 



Radio Vaticana -A Bruxelles si continua a lavorare per trovare una soluzione per la Grecia. Ma le posizioni di Atene e quelle dell’Europa al momento sono troppo distanti per arrivare a una soluzione che soddisfi tutti. Anche se per il momento tutti restano sufficientemente ottimisti che alla fine un accordo si troverà. Ma quasi sicuramente non prima di sabato. E cosi l’attenzione dei leader europei si concentra su un altro tema incandescente. Quello dell’immigrazione. Sul tavolo ci sono le proposte avanzate da Junker:... (continua)
25.6.15

Israele bombarda ad un giorno dal rapporto Onu

Se non si contano gli spari della Marina israeliana contro i pescatori gazawi e quelli delle truppe di terra contro i contadini al confine, oggi si è registrata la quinta rottura della tregua in un solo mese: stamattina all’alba l’aviazione israeliana ha colpito la Striscia di Gaza, in risposta – fanno sapere i vertici di Tel Aviv – al lancio di un razzo da Gaza al sud del territorio israeliano, alle 10 di ieri sera.  

Nena News - Secondo quanto riportato dall’esercito, il missile è caduto in una zona aperta vicino a Yad Mordechai, un kibbutz al confine con la Striscia. Nessun ferito né danni a cose o oggetti. Subito è giunta la risposta israeliana che ha bombardato Gaza, provocando alcuni danni a strutture.
Un’ennesima rottura del cessate il fuoco siglato il 26 agosto del 2014 e che chiudeva la terribile operazione militare israeliana “Margine Protettivo”, quella per cui la Commissione Onu per i Diritti Umani ha pubblicato ieri i risultati della propria inchiesta:... (continua)
25.6.15

Gli Usa hanno spiato gli ultimi tre presidenti francesi

Hollande, Sarkozy e Chirac intercettati da agenzia di sicurezza Nsa. Parigi: inaccettabile. Violati accordi. Rivelazioni Wikileaks creano incidente diplomatico.  

Parigi (WSI) - Gli Stati Uniti hanno spiato Hollande, Sarkozy e Chirac, gli ultimi tre presidenti francesi. L'Eliseo non ci sta e giudica "inaccettabile" un'operazione di questo tipo "tra alleati". Le rivelazioni di Wikileaks sulle attività segrete dell'agenzia di sicurezza Nsa, uno dei principali centri di spionaggio Usa, hanno creato un incidente diplomatico grave. La Francia "non tollererà alcuna azione che metta a rischio la sua sicurezza". La dichiarazione è stata diffusa al termine di una riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza nazionale... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa