29.5.15

Incidente a Roma, Zuppi: non risolvono populismi contro i rom

L’incidente a Roma provocato da tre nomadi, che ha visto la morte di una donna e il ferimento di otto persone, sta alimentando polemiche.  

Radio Vaticana - Arrestata una ragazza rom di 17 anni che era a bordo dell'auto, altri due giov ani sono stati identificati. Il ministro dell'Interno Alfano afferma che il problema è chi "guida in determinate condizioni, non il Paese di origine". Ma destra e Lega annunciano sit-in contro la comunità rom.
Roma non vuole essere trascinata in basse strumentalizzazioni elettorali... (continua)
29.5.15

Inchiesta Fifa, Putin: una manovra contro Blatter

L’inchiesta dell’FBI sul mondo del calcio, con l’arresto di sette dirigenti della FIFA per corruzione, rischia di creare frizioni internazionali. 

Radio Vaticano - Il presidente russo, Vladimir Putin, ha affermato che “l’indagine americana è un chiaro tentativo di evitare la rielezione di Blatter. Sul presidente della FIFA – ha detto ancora il capo del Cremlino – sono state esercitate pressioni per boicottare i Mondiali di Calcio in Russia nel 2018”. A sua difesa, Blatter, che non è incriminato, ha sottolineato che “l’inchiesta è partita da un dossier della FIFA”. Su questo scandalo Giancarlo La Vella ha intervistato Massimo Achini, presidente del Centro Sportivo Italiano (CSI):

... (continua)
28.5.15

Cecile Kyenge (Pd) a La Zanzara su Radio 24: “Lega mi ha querelato per diffamazione, ho detto che è partito razzista”.

“Sono indagata per diffamazione per denuncia di Salvini”. “Se Lega non è razzista io sono bianca”. “Lega? Partito razzista, ci vogliono sanzioni economiche”. “Vadano a fare lavori socialmente utili, nei centri per immigrati”

“Sono stata denunciata dalla Lega per diffamazione. Salvini mi ha querelato perché ho detto che la Lega è razzista”. Lo dice Cecile Kyenge, ex ministro dell’Integrazione del Pd, a La Zanzara su Radio 24. “Lo ribadisco – dice la Kyenge – la Lega è un partito razzista. Se non è razzista io sono bianca. Voi mi vedete bianca?”. “Salvini dice che non ne sa nulla – aggiunge la Kyenge – e allora faremo una perizia sulla firma. Io ho la querela in mano e vedo la sua firma”... (continua)
28.5.15

Morta Paula Cooper, ispirò la lotta contro la pena di morte

Condannata alla sedia elettrica da minorenne. Per la sua salvezza dalla condanna a morte si mobilità anche l'Italia. 

Paula Cooper, figura simbolo della lotta contro la pena di morte negli Usa, è stata trovata morta con un colpo di pistola alla testa. Quando due anni fa era uscita di prigione per buona condotta, con un diploma da infermiera e una coscienza nuova di zecca, l'ex teen-ager del braccio della morte Paula Cooper sembrava pronta ad una nuova vita. Si tratterebbe di suicidio, ma la conferma arriverà solo dall'autopsia. La donna,oggi 45enne, nel 1986,a soli 16 anni, fu condannata alla sedia elettirca per l'omicidio di una donna di 78 anni... (continua)
28.5.15

Nepal, dopo il sisma la tratta dei bambini

Lucrando sull’indigenza delle famiglie, crescono gli pseudo-orfanotrofi, strutture che nascondono traffici per sfruttamento sessuale o lavoro minorile.

di Paolo Affatato  

Vatican Insider - A un mese dal violento sisma che il 26 aprile ha colpito il Nepal, si fa sempre più preoccupante il fenomeno della tratta dei bambini. Per questo il governo nepalese oggi ha emanato il divieto generalizzato di far viaggiare all'interno e fuori dal paese bambini non accompagnati dai genitori... (continua)
28.5.15

Terremoto nella Fifa, arrestati 7 dirigenti in raid notturno

Irruzione in hotel di Zurigo. Presidente Blatter potrebbe essere indagato. Accuse vanno dal riciclaggio all'evasione fiscale. Leggi identikit informatore segreto Fbi.  

WSI - Terremoto nella Fifa, l'associazione che rappresenta il calcio mondiale. Due indagini diverse, una svizzera e una statunitense, hanno portato all'arresto di sette dirigenti a Zurigo, a cui sono seguiti interrogatori e sequestri. Nell'ambito di una inchiesta per corruzione da 150 milioni di dollari che è stata lanciata dagli Stati Uniti, la polizia svizzera ha arrestato durante un radi notturno sette dirigenti che si trovavano a Zurigo in occasione della riunione annuale in calendario questo venerdì. Meeting in cui il presidente Sepp Blatter, 79 anni, punta a essere rieletto per quello che sarebbe il suo quinto mandato. Ma, visto lo scandalo in corso, non è più così sicuro della riconferma... (continua)
28.5.15

Papa: matrimonio è alleanza d’amore uomo-donna, no a cultura “usa e getta”

Il matrimonio è “un’alleanza d’amore tra l’uomo e la donna” che “non si improvvisa”.

Radio Vaticana - E’ uno dei passaggi della catechesi di Papa Francesco all’Udienza generale in Piazza San Pietro, gremita di fedeli venuti da tutto il mondo. Il Pontefice si è incentrato sul valore del fidanzamento che, ha detto, è “quasi un miracolo della libertà e del cuore”. Francesco ha dunque messo in guardia dalla cultura dell’usa e getta che mina le basi del matrimonio come patto per tutta la vita. Il servizio di Alessandro Gisotti:

... (continua)
27.5.15

Piero Craveri, ex senatore radicale per 7 giorni, a La Zanzara su Radio 24: “Mai entrato al Senato, non mi vergogno”.

“Prendo vitalizio, non sono mai entrato in Parlamento”. "Privilegio? Ho sempre fatto politica". “Vergognarsi? Vergognatevi voi”. Poi sbrocca e riattacca. (audio) 


“Non ho mai messo piede in Parlamento, ma prendo il vitalizio. Ho fatto sempre politica”. Non mi vergogno, vergognatevi voi”. Così Piero Craveri, nipote di Benedetto Croce e senatore radicale per qualche giorno nel 1987, a La Zanzara su Radio 24. Craveri fu proclamato senatore il 2 luglio e si dimise sette giorni dopo, il 9 luglio. “Che volete che dica? Sono un beneficato dei vitalizi - dice Craveri - ho dato le dimissioni dopo pochi giorni perché Pannella mi fece dimettere. Me lo chiesero e l’ho fatto. Poi sulla base del regolamento è arrivata una lettera a casa in cui mi chiedevano se volevo versare i contributi come quelli dei senatori in carica... (continua)
27.5.15

Parolin: «Il referendum irlandese è una sconfitta per l'umanità»

Il cardinale Segretario di Stato a margine della conferenza internazionale della Fondazione Centesimus Annus: «Sono rimasto molto triste per il risultato». E sul tema del convegno: «Le attività finanziarie sono realizzate con mezzi complessi e rischiano di far perdere la visione del bene comune e della dignità umana». 

di Andrea Tornielli

Vatican Insider - «Il referendum irlandese è una sconfitta per l'umanità. Sono rimasto molto triste per il risultato, la Chiesa deve rafforzare il suo impegno per evangelizzare». Lo ha detto il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin dialogando con i giornalisti nel palazzo della Cancelleria al termine della conferenza internazionale della Fondazione Centesimus Annus. «L'arcivescovo di Dublino - ha aggiunto - ha detto che la Chiesa deve tenere conto di questa realtà, ma deve tenerne conto, a mio parere, nel senso di rafforzare il suo impegno e sforzo per evangelizzare. E io credo che si possa parlare non soltanto di una sconfitta dei principi cristiani ma di una sconfitta dell'umanità»... (continua)
27.5.15

Lodi, aggredita la Pm Alessia Menegazzo: "Voleva uccidermi"

Il metal detector non funziona da sei mesi 

"Voleva uccidermi". Così la Pm Alessia Menegazzo ha descrito il tentativo di aggressione all'interno del tribunale di Lodi. A finire in manette una donna di 38 anni riuscita ad entrare nell'edificio con un coltello con cui ha tentato di colpire il magistrato saltandole addosso e cercando di strangolarla con una mossa di karate alle spalle. Nella borsa le è stato trovato un lungo coltello da cucina che doveva servire per uccidere il magistrato... (continua)
27.5.15

India, 800 morti per ondata di caldo

In India il caldo ha raggiunto temperature eccezionali e pericolose per la salute delle persone 

E' di quasi 800 morti il bilancio delle vittime causato dall'eccezionale ondata di caldo che sta investendo l'India, con temperature che in alcune zone hanno sfiorato i 50 gradi. La maggior parte dei decessi sono avvenuti negli stati meridionali di Telangana e Andhra Pradesh, dove più di 750 persone sono morte dalla scorsa settimana. Anche la capitale, New Delhi, è stata colpita da un caldo soffocante, con temperature record di 45,5 gradi, che hanno sciolto l'asfalto. Molte delle vittime svolgevano lavori all'aperto
... (continua)
26.5.15

Funzionario Nato: "Quest'estate saremo in guerra"

"Se siamo fortunati non sarà nucleare". Alla luce delle tensioni tra Usa e Russia è un evento probabile, secondo un membro dell'organizzazione internazionale. 

New York (WSI) - Visti gli ultimi sviluppi geopolitici in Medioriente e nell'Est Europa, con ogni probabilità il mondo sarà in guerra quest'estate, secondo un alto funzionario della Nato "Probabilmente entreremo in guerra quest'estaste, se siamo fortunati non sarà uno scontro nucleare". Il funzionario l'ha detto la settimana scorsa all'analista esperto di servizi di intelligence Usa John Schindler... (continua)
26.5.15

In Iraq e Siria controffensive a Ramadi e a Palmira

In Iraq e in Siria le forze governative cercano di riprendere il controllo di Ramadi e di Palmira, le due città simbolo cadute negli ultimi giorni sotto il controllo dei militanti dello Stato islamico. A Palmira un raid dell’aviazione siriana ha provocato la morte, secondo fonti locali, di almeno 50 jihadisti. Il servizio di Amedeo Lomonaco:


Radio Vaticana - La guerra contro i miliziani dello Stato islamico si combatte su due fronti. In Iraq le forze governative hanno lanciato un’operazione militare per cercare di riconquistare la provincia occidentale di Al Anbar e in particolare il capoluogo Ramadi, da dove sono in fuga oltre 55 mila persone. In Siria l’esercito di Damasco starebbe dispiegando le sue truppe vicino all’antica città di Palmira, patrimonio dell’Unesco, dove fonti locali riferiscono di esecuzioni di massa da parte dei jihadisti... (continua)
26.5.15

Argentina: ultima festa nazionale dell’era Kirchner

Non si festeggiava solo il 205° anniversario dell’indipendenza argentina ieri in Plaza de Mayo, di fronte alla Casa Rosada, sede della presidenza della Repubblica argentina.

Misna - Era l’ultimo 25 maggio di Cristina Fernández de Kirchner come presidente, ovvero, l’ultimo del periodo kirchnerista, cominciato 12 anni fa con l’elezione alla massima carica dello Stato di suo marito, l’allora poco conosciuto governatore della regione di Santa Cruz, Néstor Kirchner. Una folla si è riunita ieri sera nella piazza per il concerto di chiusura della festa nazionale, tenuto da importanti artisti popolari nazionali e latinoamericani. Non pochi i pullman noleggiati dal partito di governo. Tra effetti di luci, fuochi d’artificio e un concerto a più voci, la presidente ha ricordato in un discorso di più di un’ora trasmesso dalla televisione nazionale i risultati di questi 12 anni e in particolare dei suoi due periodi al potere... (continua)
26.5.15

A cuore aperto, Francesco si racconta a "La Voz del Pueblo"

Un’intervista a tutto campo, incentrata soprattutto su cosa significhi “essere Papa”.

Radio Vaticana - E’ quella concessa da Francesco al quotidiano argentino “La Voz del Pueblo”. Il Pontefice parla a lungo del suo rapporto con la gente, del suo amore per i poveri, di come trascorre le sue giornate, delle sue speranze e preoccupazioni. “Vorrei tanto andare a mangiare una pizza”, scherza con il giornalista Juan Berretta, “sono sempre stato un camminatore” e questa è una cosa che “mi manca”. Una sintesi della conversazione di Papa Francesco con “La Voz del Pueblo” nel servizio di Alessandro Gisotti:

... (continua)
25.5.15

Alfano: l'Italia non si affiderà a Salvini

"Nessun grande Paese affiderebbe a uno come Salvini il proprio destino". 

Così il leader Ndc Alfano, replica al leader della Lega che ha affermato di voler soctuire un centrodestra senza di lui. "Immaginare che un grande Paese come l' Italia possa affidare il successo contro Renzi a un estremista come Salvini" dice, "è veramente fuori dal mondo"."Io sono convinto che i voti che prenderà al Sud li utilizzerà per difendere le regioni del Nord<."Come si può immaginare che il Sud accetti di prendere lezioni da Salvini" che prima insultava... (continua)
25.5.15

Festival di Cannes, la Palma d'oro a Dheepan di Jacques Audiard

Alla 68.ma edizione del Festival, delusione per l'Italia: nessun riconoscimento a Moretti, Sorrentino e Garrone. Premio della giuria a "The Lobster", Lindon miglior attore, ex aequo Mara-Bercot per la migliore attrice. 

Jacques Audiard con Dheepan si aggiudidica la Palma d'Oro di Cannes. Il film racconta una storia di unrifugiato dallo Sri Lanka che si ritrova nel cuore di una pericolosa banliue parigina. Miglior sceneggiatura a Michel Franco per "Chronic". Regia a Hou Hsiao-Hsien per "The assassin". Premio Giuria a "The Lobster", del greco Yorgos Lanthimos. Miglior interpretazione femminile ex aequo a Rooney Mara per "Carol" e Emmanuel Bercot per "Mon Roi"... (continua)
25.5.15

Nepal: 3 milioni di sfollati, in arrivo i monsoni

La situazione del Nepal peggiorerà presto a causa dell'arrivo dei Monsoni che porteranno pioggie torrenziali su un territorio già devastato dal terremoto. 

A un mese dal terremoto che il 26 aprile ha devastato il Nepal, si delineano le dimensioni del disastro. Secondo le 7 ong italiane del network Agire, il bilancio delle vittime è di 8.632 persone. Il numero degli edifici inagibili risulta ampiamente più alto del previsto: 494mila case distrutte e 267mila danneggiate, secondo il ministero degli Interni nepalese. Oltre 3 milioni gli sfollati. E con le piogge monsoniche in arrivo si prospetta una situazione di precarietà assoluta per la popolazione... (continua)
24.5.15

Il Papa a Pentecoste: pace e riconciliazione doni dello Spirito

Una forte esortazione ad accogliere i doni dello Spirito Santo.  

Radio Vaticana - Nella Messa solenne della domenica di Pentecoste, presieduta stamani in una Basilica di San Pietro gremita di fedeli, Papa Francesco ha ricordato nell’omelia che, così come accadde agli apostoli, anche oggi lo Spirito guida alla verità, rinnova la terra e dà i suoi frutti. Il Pontefice ha quindi sottolineato il peccato di chiudersi all’azione della grazia. Il servizio di Giancarlo La Vella:

... (continua)
24.5.15

LPL News24 per il Nepal - JAY NEPAL continua la sua missione

"JAY NEPAL - Earthquake Action to Help Nepal" non è solo gruppo di discussione su Facebook, bensì è una pagina di documentazione e comunicazione, nella quale Alberto Luzzi racconta giorno per giorno la sua missione di aiuto. 

La Redazione di LPL News24 ha deciso di aiutare questa Associazione che opera direttamente sul territorio devastato dal terremoto, divulgando notizie sulle loro attività di soccorso e di ricostruzione. La tenacia, la perserveranza e l'amore di Alberto Luzzi verso il popolo nepalese ogni giorno trova concretezza attraverso le sue braccia e quelle di altri 207 volontari (ad oggi) che lui stesso è riuscito a mettere insieme, dividendoli in 16 team. Sono nepalesi che hanno perso tutto ma non il coraggio e l'amore per la propria terra. Sulle magliette che indossano campeggia una frase: Yesterday i was scared, today i'm strong to help, tradotto: Ieri ho avuto paura, oggi io sono forte per aiutare.... (continua)
23.5.15

Pakistan: 106 incriminati per l’omicidio dei due cristiani arsi vivi

“E’ un passo avanti verso la giustizia. Speriamo e auspichiamo che sia fatta giustizia in un caso che ha sconvolto la comunità cristiana in Pakistan” 

Radio Vaticana - Così padre Waseem Walter, direttore delle Pontificie Opere Missionarie in Pakistan, commenta all’agenzia Fides la notizia che un tribunale antiterrorismo ha incriminato ufficialmente 106 persone per l'omicidio di una coppia cristiana, Shahzad e Shama Masih, linciati e bruciati vivi dopo essere stati accusati di blasfemia a novembre del 2014 nella città di Kot Radha Kishan, in Punjab.

Tre capi religiosi delle moschee locali sono accusati di aver istigato la folla I due avevano quattro figli e Shama era incinta... (continua)
23.5.15

On line il nuovo sito Internet di Festival Francescano

Tante notizie sulla lettura francescana dell'attualità, a partire dai temi di Expo 2015

È on line il nuovo sito Internet di Festival Francescano, la manifestazione di spiritualità che, giunta alla settima edizione, approda quest'anno a Bologna, in piazza Maggiore dal 25 al 27 settembre. In attesa di conoscere il programma dell'evento, che potrà essere consultato da giugno, la presenza sul web offre contenuti di approfondimento sulle tematiche francescane d'attualità, grazie al sito e ai numerosi canali social (blog, facebook, twitter, flickr, youtube). In particolare, è possibile scoprire il “manifesto scientifico” che delinea l'interpretazione francescana del rapporto tra Uomo e Creato... (continua)
22.5.15

Appello per il medioriente

Davanti al precipitare degli eventi in medioriente è urgente che la 'Comunità Internazionale' superi l'inerzia e svolga un'azione più convincente nei paesi in cui i jadisti stanno per diventare i 'nuovi governanti'. 

di Patrizio Ricci

Far leva sul comune sul senso di giustizia e di compassione per sviare, manipolare le notizie, deformare la realtà. Capovolgere la narrazione degli eventi e creare un'opinione pubblica favorevole alle 'rivoluzioni' pro- libertà: aver così campo libero per realizzare terzi fini non certo nobili. In Siria si è creato il mostro da abbattere nonostante quel paese sia posto in una area geografica piena di stati che nulla hanno da insegnare in fatto di democrazia... (continua)
22.5.15

Israele sospende i bus separati per i palestinesi

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha ordinato la sospensione degli autobus separati per manovali palestinesi, tra Tel Aviv e la Cisgiordania.  

Radio Vaticana - La proposta – che avrebbe dovuto diventare operativa a partire da ieri – era stata ideata dal ministro della Difesa Moshe Yaalon per proteggere i coloni e aveva scatenato - riporta l'agenzia Misna - innumerevoli critiche da parte delle associazioni per i diritti dei palestinesi.

La direttiva definita "apartheid" e "umiliazione superflua"

L’ong Peace Now aveva chiaramente parlato di ‘apartheid’ mentre il leader dell’opposizione laburista Isaac Herzog aveva affermato che la separazione tra israeliani e palestinesi sui mezzi pubblici “è una umiliazione superflua ed una macchia sull’immagine del nostro Stato e dei nostri cittadini”... (continua)
22.5.15

Palmyra in mano l'Is. Obama: non stiamo perdendo terreno

In Siria infuria la battaglia. La città di Palmyra sarebbe ormai completamente nelle mani dei jihadisti del sedicente Stato islamico. Bombe anche su Aleppo, oltre 40 i morti. E mentre il presidente Usa, Barack Obama, ribadisce che la coalizione non sta perdendo la battaglia contro l’Is, in Iraq i jihadisti hanno distrutto la facciata di una delle più antiche chiese della città di Mosul. Massimiliano Menichetti:  
 
Radio Vaticana - Siria e Iraq sono sotto la pressione dello Stato Islamico che conquista porzioni di territorio giorno dopo giorno. Nel regno di Assad secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, i jihadisti controllano più del 50% del Paese. Secondo le ultime informazioni gli estremisti hanno ormai il totale possesso di Palmyra, città che risale al XIX secolo a.C. Sarebbero in corso rastrellamenti e uccisioni. L’Unesco parla di “catastrofe” se venisse distrutto l’antico sito archeologico, denuncia però “che negli ultimi due anni" quel luogo è stato "trasformato in un campo militare" dalle forze di Assad con gravi danni e "alcune colonne sono crollate"... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa