29.7.14

Italia, occupati meno del 50%

Disoccupazione in linea con il Sud d'Europa, ma questo dato ci mette sullo stesso piano della Grecia. Nemmeno un italiano su due ha un impiego. 

Roma (WSI) - Meno di un italiano su due in eta' da lavoro ha un impiego. Il nostro paese ha un tasso di occupazione del 48,7%, superiore solo a quello della Grecia, dove pero' il tasso di disoccupazione supera il 25%, e si colloca al penultimo posto nell'Eurozona. E' quanto ha rilevato uno studio dell'Associazione Bruno Trentin della Cgil realizzato elaborando i dati dell'Istat tratti dalla Rilevazione Continua sulle Forze di Lavoro... (continua)
29.7.14

Cina: carne avariata al Mc Donald's e altre catene di fast food

Alcune catene di fast food hanno sospeso le ordinazioni ad un fornitore cinese che è stato accusato in un programma televisivo di aver usato per i suoi prodotti della carne andata a male. 

Informa Salus - Le tre note catene - Mc Donald's, Kentucky Fried Chicken (KFC) e Pizza Hut - hanno affermato che nei prossimi giorni alcuni dei loro prodotti potrebbero scarseggiare. Un'emittente televisiva di Shanghai ha inviato un giornalista ad indagare sulla Shanghai Husi Food Company. Nel servizio dell’emittente, la Dragon Tv, si vedono dipendenti della Husi usare nella produzione confezioni di carne scadute a maggio. L’emittente ha mostrato poi un’email attribuita a un dirigente della compagnia... (continua)
29.7.14

Kerry: il cessate fuoco porti disarmo di Hamas. Appello inascoltato da Israele.

Insofferenza del presidente verso Israele e la sua offensiva a Gaza. 

Kerry è rientrato negli Stati Uniti a mani vuote dopo la sua missione in Medio Oriente. "Il cessate il fuoco deve condurre a un disarmo di Hamas", afferma il segretario di Stato Usa, augurandosi che israeliani e palestinesi usino l'iniziativa egiziana per una pace duratura. Ieri il presidente americano Obama aveva chiamato Netanyahu chiedendo un cessate il fuoco "immediato e incondizionato". Il segretario di Stato e la sua proposta per il cessate il fuoco hanno ricevuto una pioggia di critiche di Israele, "scioccata" da un'iniziativa che metteva sullo stesso piano Israele e Hamas... (continua)
29.7.14

Tripoli, devastante incendio vicino alla città

Un razzo ha colpito un serbatoio di carburante a 10 miglia da Tripoli causando un gravissimo incendio che si è poi propagato a un secondo deposito. 

E' ormai fuori controllo l'incendio divampato in un deposito di carburante vicino all'aeroporto di Tripoli, in Libia. La situazione, ha spiegato il portavoce della Compagnia nazionale libica di petrolio, è "fuori controllo". Sono in fiamme oltre 6 milioni di litri di carburanti. I depositi si trovano a soli 10 km dal centro della capitale. Il goveno libico ha chiesto l'aiuto agli organismi internazionali per spegnere le fiamme. Ordinata l'evacuazione degli abitanti dalle case in un'area di 80 km quadrati... (continua)
28.7.14

In Libia è il caos: appello agli occidentali "scappate"

Oltre 100 italiani lasciano il paese "sotto protezione" dopo che un missile ha ucciso 23 lavoratori egiziani. Convoglio diplomazia britannica attaccato. Usa chiudono sede. 

Tripoli (WSI) - Diversi paesi occidentali, tra cui l'Italia, hanno invitato i propri connazionali a lasciare la Libia, teatro da settimane di scontri tra milizie rivali a Tripoli e Bengasi. Nella capitale il bilancio delle vittime di due settimane di combattimenti nella zona dell'aeroporto è di almeno 97 morti e oltre 400 feriti, mentre a Bengasi, nell'est del paese, almeno 38 persone, per lo più soldati, sono rimaste uccise in 24 ore di scontri tra esercito e gruppi islamici... (continua)
28.7.14

100.mo Grande Guerra. Mons. Redaelli: a Redipuglia Papa pregherà per vittime

A Redipuglia, Papa Francesco visiterà anche il cimitero austroungarico e pregherà per tutte le vittime della Grande Guerra.  

Radio Vaticana - Ad anticipare i dettagli della prossima visita di Francesco, il 13 settembre, al Sacrario militare che raccoglie i corpi di centomila caduti italiani nel Primo conflitto mondiale è stato questa mattina l’arcivescovo di Gorizia, mons. Carlo Maria Roberto Redaelli. Il presule, in occasione dei 100 anni dall’inizio della guerra, ha spiegato alla stampa i contenuti di una lettera che ha scritto ai fedeli della sua diocesi. Paolo Ondarza lo ha intervistato: ascolta... (continua)
28.7.14

Obama chiede una tregua immediata a Netanyahu

Richieste di tregua arrivano da vari paesi del mondo 

In un colloquio telefonico con il premier israeliano Netanyahu, il presidente degli Stati Uniti Obama ha chiesto "il cessate il fuoco umanitario immediato e incondizionato". E' quanto riferisce la Casa Bianca. Il presidente americano ha espresso la sua preoccupazione per il "numero crescente delle vittime civili palestinesi e la perdita di vite israeliane così come per il peggioramento della condizioni umanitarie a Gaza", rende ancora noto Washington... (continua)
28.7.14

Appello del Papa per il Medio Oriente, Iraq e Ucraina: fermatevi per favore!

Il Papa all’Angelus, ricorda lo scoppio della Prima guerra mondiale, di cui oggi ricorre il 100.mo anniversario, invocando che non si ripetano gli sbagli del passato e si persegua la pace nel dialogo paziente e coraggioso. Pregando, poi, per le crisi in Medio Oriente, in Iraq e in Ucraina, implora: “fermatevi, per favore!”. Dal Vangelo odierno la speranza di scoprire il Regno di Dio, che cambia la nostra vita. Il servizio di Roberta Gisotti: ascolta

Radio Vaticana - Quell’ “inutile strage” – come la definì Benedetto XV – “causò milioni di vittime e immense distruzioni”:

“Domani sarà una giornata di lutto nel ricordo di questo dramma. Mentre ricordiamo questo tragico evento, auspico che non si ripetano gli sbagli del passato, ma si tengano presenti le lezioni della storia, facendo sempre prevalere le ragioni della pace mediante un dialogo paziente e coraggioso”.

Il pensiero del Papa è andato in particolare, “a tre aree di crisi: quella mediorientale, quella irachena e quella ucraina, per chiedere preghiere:... (continua)
28.7.14

La lezione di Andrey

Condividevamo gli stessi sentimenti sulla questione dei diritti umani e sul rifiuto della guerra. Era iscritto alla nostra associazione. (video ricordo di Andrey Mironov

Andrey Mironov, reporter Flip
di Giorgio Fornoni 

Flipnews - Non era giornalista, pur avendone tutti i requisiti, ma si era creato un ruolo ancora più importante. Era un associato della Free Lance International Press, la nostra associazione, dietro mia proposta: tessera n° 1001 del gennaio 2006. La sua vocazione era accompagnare i professionisti dell’informazione lì dove c’erano ingiustizie da denunciare e far capire al resto del mondo: la repressione contro i più deboli, l’arroganza del potere, il dramma della gente comune. Andrey Mironov, 60 anni, nato a Irkutsk, sul lago Baikal, era diventato il riferimento obbligato per comprendere il mondo sovietico dopo il Grande Crollo, per capirne le dinamiche e l’involuzione sempre più autoritaria del nuovo regime... (continua)
27.7.14

Yemen, liberato l'insegnante britannico rapito a febbraio

Era stato rapito a febbraio a Nord-Est della capitale yemenita 

E' stato liberato Mike Harvey, l'insegnante britannico rapito lo scorso febbraio nello Yemen, nella regione di Al-Jouf. Lo hanno reso noto le autorità britanniche e yemenite. Il rilascio è arrivato al termine di lunghi negoziati portati avanti dal governo di Sanaa. "Harvey è in buone condizioni ed è stato preso in carico dal personale dell'ambasciata inglese", ha dichiarato un portavoce di Downing Street... (continua)
27.7.14

Usa, un gigantesco incendio nell'area di Seattle

Le fiamme, originate da un temporale, hanno divorato fino ad ora oltre 1000 chilometri quadrati di foresta

L’incendio, denominato Carlton Complex, si è sviluppato il 14 luglio scorso. "E'il più grande incendio mai registrato nello stato di Washington", dice Frank Rogers, sceriffo della contea di Okanogan. Le fiamme, originate da un temporale, hanno divorato oltre 1.000 kmq di foresta, distrutto 300 case, ucciso centinaia di animali. Le fiamme si sono sviluppate in 4 punti diversi a causa di fulmini, e le previsioni meteo non promettono niente di buono: indicano l’arrivo di una fase più secca e con raffiche di vento che potrebbero ridare vigore al rogo... (continua)
27.7.14

Francesco a Caserta: sperare in Gesù, accogliere esclusi, tutelare ambiente

L’invito a sperare in Gesù, lasciandosi plasmare dalla sua Parola, ad accogliere gli immigrati e a salvaguardare il creato.

Radio Vaticana - Il no all’illegalità e alla corruzione: sono stati questi gli importanti compiti che il Papa ha consegnato durante la Messa presieduta davanti alla Reggia di Caserta, alla presenza di oltre 200mila persone. Francesco dopo aver ringraziato per la calorosa accoglienza ha poi annunciato che entro l’anno sarà anche a Napoli. Il servizio della nostra inviata Francesca Sabatinelli:

Non lasciatevi rubare la speranza! Con questo appello il Papa ha concluso l’omelia davanti alle decine di migliaia di fedeli... (continua)
26.7.14

La tomba del Profeta Giona distrutta dagli islamisti dell'Isil

Gli islamisti hanno radunato decine di persone perchè fossero testimoni dell'azione di spregio. 

"I militanti hanno fissato delle cariche esplosive intorno e dentro il monumento e poi l'hanno fatto saltare in aria", è la testimonianza di una delle tante persone che hanno assistito allo scempio sacrilego. Una fonte delle forze di sicurezza che ha voluto rimanere anonima, racconta: "Gli estremisti hanno chiuso le porte della moschea, hanno fatto uscire i fedeli e hanno impedito agli altri di entrare a pregare". Gli estremisti avrebbero impiegato un'ora per minare la tomba. Anche diverse case nelle vicinanze sono rimaste danneggiate dall'esplosione. Nel Corano e nella Bibbia, Giona viene inghiottito da una balena. Secondo la tradizione Mosul è il luogo dove sono sepolti i suoi resti... (continua)
26.7.14

Di nuovo maltempo sull'Italia, in arrivo una nuova perturbazione

Nuova perturbazione atlantica sul Nord e sul Centro Italia, sole altrove 

E' in arrivo una nuova perturbazione, a partire da domani, prima sul Nord della Penisola e poi al Centro, con rovesci e temporali spesso forti tra Piemonte, Lombardia, Emilia, verso il Trentino e il Veneto. Allerta della Protezione civile in Emilia Romagna, per 24 ore, a partire dalle 21 di questa sera, con temporali intensi, raffiche di vento e grandinate. Stato di attenziona anche in Veneto per il rischio idrogeologico su tutta la regione... (continua)
25.7.14

Striscia di Gaza. Netanyahu a Kerry: combattimenti, stop di 12 ore da questa mattina

Israele ha respinto stasera la proposta del segretario di Stato Usa John Kerry per un cessate il fuoco a Gaza di sette giorni, ma acconsente alla pausa temporanea. 

Il premier israeliano Netanyahu ha informato il segretario di Stato Usa John Kerry che al momento Israele ha accettato solo la richiesta di un pausa nei combattimenti di 12 ore a partire da oggi alle 7 (le sei in Italia). Lo riferiscono fonti americane. Nulla di nuovo, intanto, sulla porposta di un cessate il fuoco di 7 giorni proposto da Usa-Onu e Egitto. Domani Kerry si vedrà a Parigi con i ministri degli esteri europei e i mediatori del Qatar... (continua)
25.7.14

L'esercito russo ha aperto il fuoco contro l'Ucraina

Guerra reale e di informazioni. A riferirlo sono fonti Usa. I militari ucraini stavano cercando di fermare l'avanzata dei ribelli filorussi. 

New York (WSI) - Ormai le notizie che provengono dall'Est Europa ci fanno capire che in Ucraina la Russia è in guerra. Gli Stati Uniti sostengono che l'esercito russo abbia sparato contro i militari ucraini al confine con il Paese che cercavano di fermare l'avanzata dei ribelli filorussi. "Abbiamo nuove prove che i russi stanno inviando diversi lanciarazzi più potenti alle forze separatiste ucraine, e abbiamo le prove che la Russia sta sparando dai confini per attaccare le posizioni dei militari ucraini", ha detto la portavoce del dipartimento di Stato americano, Marie Harf durante una conferenza stampa ... (continua)
25.7.14

Il dolore del Papa per la sciagura aerea in Mali

Papa Francesco ha espresso la sua vicinanza ai familiari delle vittime della sciagura aerea verificatasi ieri nel nord del Mali.  

Radio Vaticana - Un velivolo della compagnia spagnola Swiftair, noleggiato dall’Air Algerie, in volo da Ouagadougou, in Burkina Faso, ad Algeri, è precipitato 50 minuti dopo il decollo. 118 le persone a bordo, di cui una cinquantina francesi e circa 20 del Burkina. Non ci sono sopravvissuti. Il Papa, come si legge in un telegramma inviato all’arcivescovo di Algeri, mons. Ghaleb Bader, “si unisce con la preghiera al dolore” dei parenti, invocando Dio perché accolga “i morti nella sua pace” e dia “conforto e speranza a tutte le persone colpite da questa tragedia”... (continua)
25.7.14

Orrore in Iraq, l'Isil ordina la mutilazioni dei genitali per tutte le donne del 'califfato'

I jihadisti affermano che la pratica è stata imposta dal profeta Maometto e riportano un elenco di suoi 'hadith' (i 'detti'), che a loro dire contengono questo ordine. 

Souad Sbai, giornalista e scrittrice italo-marocchina, commenta l'ordine di Abu Bakr al-Baghdadi come 'gesto agghiacciante'. Abu Bakr al-Baghdadi ha dato l'ordine di infibulare tutte le ragazze e le bambine presenti sul suolo iracheno al fine di allontanarle dalla prostituzione e dal peccato. Aggiunge Sbai in un comunicato, "che rivela ancora una volta quanto pericoloso sia, nella sua follia, questo personaggio a cui l'Occidente continua colpevolmente a lasciare mano libera". ... (continua)
25.7.14

Gaza, Ban Ki-moon sconvolto: anche membri dell'Onu tra i morti

Al 17° giorno di combattimenti almeno 780 persone hanno perso la vita e i feriti sono almeno 5.050. 

Tra le vittime dell'attacco alla scuola Unrwa, nel nord della Striscia di Gaza, ci sono donne, bambini, e membri dello staff delle Nazioni Unite. Lo comunica il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, dichiarandosi "sconvolto dalla notizia", ed esprimendo cordoglio alle famiglie. "Ribadisco che tutte le parti devono rispettare i loro obblighi in base al diritto umanitario internazionale", ha aggiunto, "l'attacco di oggi sottolinea l'imperativo che le uccisioni devono fermarsi, e devono fermarsi ora"... (continua)
24.7.14

Volo Air Algerie si schianta in Niger, 116 persone a bordo

Si erano perse le tracce dell'aereo dopo 50 minuti dal decollo. Sull'area era in corso una forte tempesta. 

New York (WSI) - Il volo Sfiwtair, operato da Air Algerie, partito dal Burkina Faso per Algeri e di cui si erano perse le tracce dopo 50 minuti dal decollo, sarebbe caduto in Niger vicino Niamey. Lo riferiscono diversi media internazionali. Sull'area, era in corso una forte tempesta. "Verosimilmente" c'erano numerosi passeggeri francesi a bordo del volo. Lo ha riferito oggi il ministro dei Trasporti, Frederic Cuvillier... (continua)
24.7.14

A Gaza colpita una scuola dell'Onu: almeno 16 i morti

Ancora violenza in Medio Oriente. L’artiglieria israeliana ha colpito oggi a Beit Hanun, nella Striscia di Gaza, una scuola dell’Unrwa, l’ente dell’Onu per i profughi, in cui avevano trovato riparo molti sfollati. Almeno 16 i morti e 200 i feriti. Il servizio di Debora Donnini: ascolta 

Radio Vaticana - La scuola colpita fungeva da rifugio per gli abitanti di Beit Hanun costretti ad abbandonare nei giorni scorsi le loro abitazioni, prima dell'ingresso delle forze di terra israeliana. Oltre ai 16 morti di Beit Hanun, altri sette palestinesi sono rimasti uccisi sotto il fuoco degli aerei e dei carri armati israeliani nel settore meridionale della Striscia di Gaza, in due villaggi situati alle periferia sud-orientale di Khan Younis. Le vittime erano cinque membri di una stessa famiglia e due di un'altra. Anche oggi, dunque, morte e distruzione... (continua)
24.7.14

Sudan: Meriam finalmente libera, è a Roma e potrebbe incontrare il Papa

La giovane cristiana sudanese, condannata a morte per apostasia, giunta oggi in Italia con un aereo di Stato. Una vicenda che ha suscitato proteste in tutto il mondo non musulmano. Il primo ministro italiano Matteo Renzi, "oggi è un giorno di festa". Padre Lombardi, "il Papa è informato". 

AsiaNews - Ha avuto un lieto fine la vicenda di Meriam, la cristiana sudanese condannata a morte per apostasia, in quanto figlia di un musulmano e quindi islamica secondo la sharia. Oggi è giunta a Roma, con il marito e i due figli, portata da Khartoum con un aereo del governo italiano. E potrebbe incontrare papa Francesco, forse già oggi.

Il volto finalmente sorridente (vedi foto) la donna, 26 anni, era stata condannata a morte a febbraio da un tribunale di primo grado per apostasia. La corte le aveva chiesto di "tornare alla sua fede", ma Meriam, che è sposata con Daniel Wani, anch'egli cristiano, aveva risposto di non essere mai stata musulmana... (continua)
24.7.14

Il Papa alla Chiesa britannica: difendete la vita da ogni fragilità

Difendere la vita contro “la cultura della morte” e portare l’amore di Cristo nei luoghi dove si manifestano “nuove forme di povertà e fragilità”. 

Radio Vaticana - Lo scrive Papa Francesco nel messaggio – a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin – indirizzato ai cattolici di Regno Unito e Irlanda che il 27 luglio celebreranno l’annuale Giornata per la vita. Il servizio di Alessandro De Carolis: ascolta
Non serve voltare le spalle, perché la “carne di Cristo”, quella che soffre, non sparisce. Senza tetto, tossicodipendenti, rifugiati, migranti, anziani: l’identikit della povertà ha cento facce e tutte interrogano la coscienza cristiana... (continua)
24.7.14

Striscia di Gaza: offensiva israeliana, l'Onu apre un'inchiesta

Nel corso di una sessione speciale dedicata alla situazione nei Territori Palestinesi, i paesi membri del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite hanno dato il via libera all’apertura di un’inchiesta sull’offensiva israeliana sulla Striscia di Gaza, ormai giunta al 16° giorno e con un bilancio di 670 morti, per lo più civili.

Misna - La Palestina aveva depositato una risoluzione all’organismo Onu con sede a Ginevra con la quale chiedeva protezione internazionale per i palestinesi e l’avvio di un’inchiesta sui bombardamenti israeliani. La risoluzione – approvata con 29 voti a favore, 17 contrari e l’astensione degli Stati Uniti – istituisce una commissione internazionale indipendente incaricata di indagare “con urgenza” su tutte le violazioni dei diritti umani commesse nel corso dell’offensiva per individuare e punire i responsabili ... (continua)
23.7.14

Napolitano incoraggia il governo sulle riforme. Renzi assicura: le faremo

Il Presidente Napolitano schierato dalla parte delle riforme  

Radio Vaticana - Quello delle riforme “è un impegno di cui il governo Renzi si è fatto iniziatore su mandato dello stesso Parlamento che si espresse a schiacciante maggioranza nel maggio 2013”. Lo ha ricordato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano in occasione della tradizionale cerimonia del Ventaglio al Quirinale. Intanto il leader del Movimento 5 Stelle Grillo torna all’attacco. Servizio di Giampiero Guadagni: ascolta... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa