31.7.08

di Angelica Lo Duca


Quasi tutti certamente conoscono santa Caterina da Siena, ma sono in pochi a conoscere santa Caterina da Bologna, donna che visse un secolo dopo la piu' comune santa. La cosa che maggiormente stupisce di questa santa e' che nonostante sia trascorso oltre mezzo millennio dalla sua morte, il suo corpo e' custodito intatto a Bologna, nel Santuario del Corpus Doni. Racconta la beata Illuminata Bembi, testimone oculare dei fatti che seguirono la morte della santa: “Allorchè la fossa fu pronta e quando vi calarono il corpo, che non era racchiuso in una bara, esso emanava un profumo di indescrivibile dolcezza, riempendo l'aria tutt'intorno. Le due sorelle, che erano discese nella tomba, mosse a compassione dal Suo viso bello e radioso, lo coprirono con un panno e posero una rozza tavola alcuni centimetri sopra il corpo, affinchè le zolle di terra non lo toccassero. Tuttavia lo fissarono così goffamente che, quando la fossa fu riempita di terra, il viso ed il corpo furono comunque coperti. Le sorelle venivano a visitare spesso il cimitero, piangevano, pregavano e leggevano presso la tomba, e notavano sempre il dolce odore che la circondava. Dal momento che non c'erano fiori, nè erbe aromatiche accanto alla fossa, ma solo arida terra, esse si convinsero che il profumo proveniva proprio dalla tomba”. Questa situazione cosi' strana spinse le consorelle con cui aveva vissuto da viva a riesumarne il corpo, dopo soli diciotto giorni dalla sepoltura. Racconta ancora la beata Illuminata Bembi: “Quando trovammo il corpo e ripulimmo il viso, notammo che era stato schiacciato e sfigurato dal peso della tavola di legno che vi era stata posta sopra. Inoltre, scavando, tre delle sorelle l'avevano danneggiato con la vanga. La ponemmo in una bara, e stavamo per riseppellirLa, ma uno strano impulso ci spinse a sistemarLa temporaneamente sotto il portale. E fu allora che il naso schiacciato e l'intero viso ripresero gradualmente la loro forma naturale. La defunta divenne di colore bianco, bella, intatta, come se fosse ancora viva, le unghie non erano annerite ed Ella emanava un odore delizioso. Tutte le sorelle erano profondamente agitate; il profumo si diffondeva nella chiesa e nel convento, impregnando le mani che L'avevano toccata, e non sembrava esserci alcuna spiegazione. Dopo essere diventata abbastanza pallida, Ella cominciò a cambiare colore, diventando più rossa, mentre il Suo corpo cominciava ad emettere un sudore piacevolmente profumato. Passando dal pallore ad un colore d'ambra incandescente, Ella trasudava un liquido aromatico che a volte sembrava acqua limpida, ed a volte un miscuglio di acqua e sangue”. Il corpo della santa non fu nuovamente sepolto, ma fu collocato su un seggio, dove ancora oggi siede, incorrotto.
Ma chi fu santa Caterina da Bologna per meritare una così grande grazia da non vedere il suo corpo corrompersi? Caterina Vigri nasce l'8 settembre 1413 a Bologna in una famiglia abbastanza facoltosa. Sin da piccola entra nella corte Estense e qui riceve una buona cultura, imparando la musica, la pittura, la danza e la poesia. Successivamente lascia la corte per entrare nel convento delle suore Clarisse e da inizio alla sua vita claustrale nel monastero del Corpus Domini. Muore il 9 marzo 1463. Già da subito dopo la sua morte, da tutti e' acclamata come santa. Tuttavia, solo nel 1712 avviene la canonizzazione da parte di Clemente XI.

Sono presenti 5 commenti

Anonimo ha detto...

ogni volta che la rileggo questa storia penso sempre di più che è come lei che voglio diventare e che è proprio santa caterina da bologna la santa che voglio seguire come modello!

Anonimo ha detto...

per tanta grazia non ho parole posso solo riflettere che il buon Dio non finisce di stupire le sue meraviglie a chi Lo segue

Barbara Neri ha detto...

Qualcuno ha avuto grazie particolari pregando al suo cospetto ? Per esempio per infertilità ?

Anonimo ha detto...

SI IO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Dopo aver messo la reliquia addosso e aver pregato la Santa per una gravidanza alla fine è arrivata

Anonimo ha detto...

io sono stata da Santa Caterina da bologna il suo profumo di fiori mi avvolgeva grazie Santa Caterina

Inserisci un commento



___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa